Archivi categoria: Uncategorized

Intervista BMP n° 6: Elena Maggi

Eccoci con Elena Maggi, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa:

D: Come è nato il tuo interesse per il tema inquinamento luminoso?

Elena Maggi (a sinistra) con Martina dal Bello (a destra), nel sito sperimentale allestito nel 2015-2016.

Il primo “incontro” con il tema dell’inquinamento luminoso a livello di ricerca scientifica è stato a Roma nel settembre 2015. Nell’ambito del congresso congiunto della European Ecological Federation (EEF) e della Società Italiana di Ecologia (SItE) era stata organizzata un’intera sessione dedicata a questo tema, con presentazioni molto interessanti che mostravano ricerche effettuate prettamente in ambito terrestre. La proiezione delle mappe, tuttavia, mostrava chiaramente le aree costiere quali zone molto disturbate da questo tipo di inquinamento. Poiché la mia ricerca si incentra sull’ecologia dei popolamenti di costa rocciosa, mi sono chiesta: perché nessuno si è interessato ai possibili effetti di questa fonte di stress sugli organismi marini costieri? Ho subito discusso della cosa con alcuni colleghi presenti al congresso, che hanno accolto la mia proposta di iniziare ad occuparci di questo tema con altrettanto entusiasmo. Attraverso conoscenze comuni sono poi venuta a conoscenza del progetto relativo alla Buiometria partecipativa; il passo successivo è stato quello di formalizzare una collaborazione con Pibinko.org e di mettere in piedi il primo esperimento manipolativo sugli effetti dell’inquinamento luminoso sugli organismi di battigia di costa rocciosa in Italia. Ammetto che l’approccio “ notturno” alla raccolta dati è stato un modo per apprezzare ancora di più la mia attività di ricerca, nonché un’opportunità importante per fare osservazioni da un nuovo punto di vista: quello della vita notturna degli organismi costieri. Non dimentichiamo che l’osservazione è alla base dell’approccio sperimentale!

D: L’Università di Pisa ha da poco avviato un progetto finanziato per lo studio degli effetti dell’inquinamento luminoso in campo ecologico, ci puoi descrivere il gruppo di lavoro e le finalità del progetto?

Il progetto si intitola Impatti emergenti: effetti dell’inquinamento luminoso notturno sulla biodiversità e sul funzionamento dell’ecosistema costiero ed è finanziato dall’Ateneo pisano.
Ne fanno parte ricercatori e professori del Dipartimento di Biologia, che si occupano di ecologia marina (Prof. L. Benedetti-Cecchi, Prof. F. Bulleri), genetica (Prof. R. Scarpato), botanica (Dott. A. Andreucci), fisiologia vegetale (Prof. F. Licausi) ed etologia (Dott. D. Giunchi). Il progetto è partito agli inizi di aprile 2017 e avrà una durata di due anni. Ha tre obiettivi principali:

  1. individuare una relazione tra biodiversità e inquinamento luminoso notturno in ambiente costiero;
  2. quantificare gli effetti dell’inquinamento luminoso sulla biodiversità attraverso esperimenti manipolativi sul campo e in laboratorio;
  3. individuare interazioni tra inquinamento luminoso e altri fattori di stress (ad esempio radiazioni UV e riscaldamento superficiale dell’acqua di mare).

A questo scopo si prevedono attività di monitoraggio degli organismi marini costieri presso siti caratterizzati da diversi gradi di inquinamento luminoso, nonché esperimenti manipolativi in campo e in laboratorio. In particolare, gli esperimenti si concentreranno sugli effetti dell’inquinamento luminoso su alghe e invertebrati di costa rocciosa, piante marine (Posidonia oceanica), microalghe di acqua dolce, lieviti ed uccelli costieri (ad esempio il gabbiano reale). Lo scopo finale è quello di individuare processi e meccanismi molecolari, fisiologici ed ecologici alla base degli effetti dell’inquinamento luminoso, in modo da riuscire ad individuare possibili azioni locali relative all’illuminazione artificiale, in grado di minimizzarne gli effetti nonché le possibili sinergie con fattori di stress altrimenti difficilmente gestibili.

D: Che attività avete previsto per l’estate?
R: Questa estate ci concentreremo sull’attività di monitoraggio. In questo ambito continua la collaborazione con Pibinko.org e con Luciano Massetti dell’istituto di Biometeorologia del CNR, con i quali abbiamo organizzato una “campagna buiometrica estiva”. La campagna prevede attività di campionamento della luminosità notturna lungo la costa della Toscana, attraverso attività di citizen science; ovviamente tra i cittadini ci sarò anche io, ma soprattutto alcuni studenti del corso di laurea in Biologia Marina dell’Università di Pisa, che si sono proposti in seguito alla partecipazione al seminario che abbiamo organizzato lo scorso 16 maggio. Saranno poi effettuati monitoraggi della biodiversità costiera marina presso alcuni dei siti per i quali è stato valutato il grado di inquinamento luminoso. Per la prossima luna nuova di luglio prevediamo anche una prima raccolta di campioni di Posidonia oceanica, presso siti caratterizzati da un diverso grado di illuminazione notturna, per le prime analisi molecolari nell’ambito del progetto di Ateneo. I dati raccolti durante questa estate rappresenteranno l’osservazione quantitativa di partenza su cui basare i futuri esperimenti in laboratorio e sul campo.

Tornei di palla a 21/palla eh! 2016: le date

Tirli (GR): 23-24 luglio

Scalvaia (SI): 30-31 luglio

CIciano (SI): 6-7 agosto

Torniella (GR): 13-14 agosto

Piloni (GR): 20-21 agosto

Vetulonia (GR): 27-28 agosto

 

Le partite iniziano in genere dopo pranzo (ore 14-14.30), a meno che non siano necessari spareggi la domenica mattina. La domenica sera, al termine del torneo, si tiene una cena abbinata alla premiazione.

Informativa cookie

[da inserire]

Questo sito non utilizza Google Analytics.

Cookie NameCookie CategoryDescriptionDuration
wordpress_2WordPress cookie for a logged in user.session
wordpress_logged_in_2WordPress cookie for a logged in usersession
wordpress_test_2WordPress cookie for a logged in usersession
wordpress_test_cookie2WordPress test cookiesession
wp-settings-1Wordpress also sets a few wp-settings-[UID] cookies. The number on the end is your individual user ID from the users database table. This is used to customize your view of admin interface, and possibly also the main site interface. 1 year
wp-settings-time-2Wordpress also sets a few wp-settings-{time}-[UID] cookies. The number on the end is your individual user ID from the users database table. This is used to customize your view of admin interface, and possibly also the main site interface. 1 year
PHPSESSID1To identify your unique session on the websitesession
SESS1To ensure that you are recognised when you move from page to page within the site and that any information you have entered is remembered.session